Recensione de “I volti dell’apocalisse” di Giovanni Magistrelli

I VOLTI DELL’APOCALISSE – 2016 – EDIZIONI GDS

Scritto da Giovanni Magistrelli

Genere: Thriller

I volti dell’apocalisse è un bel romanzo. Scritto bene, con una prosa scorrevole, pulita, forse un pelino prolissa ma sono gusti personali.

Sinossi:

Un killer si aggira indisturbato per le strade di Milano. Un assassino feroce che uccide seguendo i versetti della Bibbia, in particolare quelli del libro dell’Apocalisse di Giovanni. Ogni versetto, un delitto. E vi assicuro che le scene descritte da Magistrelli sono davvero cruente. Su questa scia di sangue e violenza comincia a indagare il commissario Sanna, uno sbirro scoglionato con un altissimo senso della giustizia. Sanna si sente solo, non adeguatamente supportato dal sistema giudiziario, con pochi mezzi a disposizione, pochi uomini, poco entusiasmo. Per questo motivo coinvolge nelle indagini un ex poliziotto, una bella figa che risponde al nome di Ribe Davenio, una donna in gamba con un passato burrascoso alle spalle. Eppure il suo aiuto e le sue intuizioni saranno fondamentali e metteranno la polizia sulle tracce del serial killer. A complicare le cose, però, la minaccia incombente del terrorismo islamico incarnato ne La Mano di Fatima, il capo di una cellula impazzita che medita la totale distruzione della città milanese. Ci riuscirà Ribe a bloccare il serial killer fanatico religioso? Riuscirà Sanna a scongiurare la tremenda minaccia terroristica che sta per abbattersi su Milano? Ovviamente non ve lo dico perché dovete comprare assolutamente questo libro.

Sì perché questo romanzo ha un ritmo narrativo altissimo che difficilmente annoia il lettore. Magistrelli è bravo a imbastire un canovaccio articolato, finanche complesso, dove il messaggio, neanche sotto traccia, è incredibilmente attuale. Magistrelli ci parla di giustizia. Quella giustizia tanto cara a Sanna eppure così crudele e imperfetta.

Quella giustizia la cui sete muove le mani assassine del serial killer. Quella giustizia che Ribe vorrebbe trasformare in giustizialismo. Lo stesso che muove la mano assassina dell’estremismo islamico che tanto ci spaventa. Magistrelli non ci dà delle risposte ma pone delle domande che possono anche risultare scomode. Io mi sono davvero chiesto come avrei reagito se avessi subito le stesse, tremende cose subite dal serial killer. Mi sono chiesto cosa avrei fatto al posto di Ribe, quale scelta avrei preso nel momento cruciale del libro. Poi mi sono dato anche una risposta, che tengo per me ovviamente perché rischierei di spoilerare un libro che merita di essere letto.

Che dire, Magistrelli è solo all’inizio eppure ha tirato fuori un buon prodotto. Il fatto bello è che può sicuramente migliorare, di questo ne sono certo.

In bocca la lupo Giovanni. Sentiremo parlare di te.

 

Se volete acquistare il libro cliccate qui

Disponibile sia in cartaceo che in digitale.

Please follow and like us:
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento