Come presentarsi a un editore

La cosa più difficile non è scrivere un romanzo. La cosa davvero complessa è cercare qualcuno disposto a pubblicarlo. Ovviamente tralascio il discorso sull’editoria a pagamento perché chi pubblica con questo tipo di editore non è da considerasi nemmeno uno scrittore. Veniamo dunque a come si deve scrivere, secondo me, una lettera di presentazione a un editore.

Prima di tutto, e non è scontato, occorre presentarsi ( scusate il gioco di parole). ” Piacere, mi chiamo Pinco Pallo…”

Seconda cosa, la parola d’ordine sempre valida per un aspirante scrittore: L’umiltà. Un editore rifiuterà a priori uno che scrive: ” sono il più grande scrittore italiano, il mio romanzo è il futuro best-seller, le mie opere sono tutte coperte da diritto d’autore e se le copiate vi mando in galera.”

Una lettera di presentazione sarà particolarmente apprezzata se scritta, oltre che bene, anche in maniera sintetica. Un direttore editoriale, o chi per esso, non può mica passare la giornata a leggere la tua richiesta di pubblicazione, no?

E’ fondamentale scrivere un paio di righe autobiografiche.  Aiutano l’editore a farsi un’idea di voi stessi, delle vostre esperienze pregresse, le vostre pubblicazioni, che cazzo fate nella vita oltre a sognare di diventare il prossimo Fabio Volo.

Prima di inviare una richiesta di pubblicazione, è buona norma farsi un giro sul sito dell’editore. Cercate di capire se il vostro romanzo è in linea con le sue collane e con la sua politica editoriale. Insomma, se l’editore pubblica storie d’amore, eviterei di fargli leggere un romanzo horror.

Cosa importantissima, ogni richiesta di pubblicazione deve essere supportata da una sinossi. E’ la prima cosa che un editore legge. Saperla scrivere non è facile ma assolutamente indispensabile.

Per cui, ricapitolando.

Una buona lettera di presentazione per il proprio manoscritto deve contenere tutte queste belle, piccole cose:

Umiltà, sintesi, biografia, sinossi.

E non dimenticate di mettere i vostri contatti. Se vi scelgono, come fanno a contattarvi?

 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Please follow and like us:

Lascia un commento